Sunsweet Blues Revenge – sabato 28 giugno

AmenoBlues-2014-Sunsweet

Il Blues.
Quando questa “cosa” non è solamente un tipo di musica, ma un modo di vivere, di pensare, di respirare, ti accorgi che di fianco hai sempre avuto una ferrovia con un vecchio treno che fa avanti e indietro, strascicando le sue ruote notte e giorno. Poi, quando butti sul giradischi un vinile del buon vecchio Willie Dixon, e lo senti urlare, lì, ti torna alla mente quel fischio che sentivi di fianco, dal buon vecchio treno.

Questo è più o meno quello che pensano le Sunsweet Blues Revenge, cresciuti tra stagni e ferrovie.
Le SBR sono una commistione di esperienze molto diverse derivanti dai percorsi musicali dei tre componenti; si fondono quindi le pennate sporche e acustiche con la precisione e l’elettricità, un pizzico di improvvisazione e cattiveria (senza mai tralasciare la PASSIONE e il romanticismo, quello vero).
Il concerto delle SBR si articola tra brani inediti della band e vari Blues della prima metà del novecento, portando sui palchi, non i soliti brani masticati e rimasticati ma, delle chicche del Blues frutto di ricerche d’ascolto, rendendoli propri, sviscerandoli, girandoli e stravolgendoli, dandogli un sound tutto nuovo.
PS: durante il concerto può succedere qualsiasi cosa, si consiglia l’accompagnamento per i deboli di
cuore
.

Le SBR nascono dall’evoluzione delle “Susine dell’Orto di Nonno”, con queste si sono esibiti dal 2009 al 2011.
Nel 2010 accompagnano la “Fletcher Blues Band” durante il tour sull’isola. Tra il 2010 e il 2011 realizzano 2 tour in Toscana.
Dal 2011 le SBR suonano in svariati concerti tra Club, piazze e Festival. Partecipano al Mamma Blues, Dromos Festival, Aglientu Blues Festival, Blues & Beer, Blues In…Contro, Festival Baranta, Out Of The Blue’s (CH), Bloom In Blues, avendo la fortuna di dividere e condividere il palco con grandi personaggi del Blues, nazionali ed interazionali, quali Francesco Piu & Pablo Leoni, Paolo Bonfanti, Guitar Ray & The Gamblers, Corey Harris, Sherman Robertson. Quest’ultimo, entusiasta del trio dice: “It doesn’t matter what you say, it’s how you say that’s important, it’s your heart”.
Tra il 2013 e il 2014 vincono il primo premio rispettivamente al Zuradili Blues Contest (Marrubiu, OR), Out Of The Blue’s (Samedan, Svizzera) e Young Bloom In Blues Challenge (Mezzago, MI). Il 3 luglio 2012 esce il primo lavoro in studio del trio, “better luck next time”, che vanta della presenza di Francesco Piu nella traccia “Dust On My Shoes” con un solo spaccapietre!

Irene Loche – chitarra & voce
Luca Canu – basso & voce
Alessandro Cau “Sbiru” – batteria & voce