>ACQUISTA IL BIGLIETTO ON-LINE
Latvian Blues Band

Le radici della LBB risalgono al 1997. Cominciano con l’ascolto di diversi maestri del blues, come Elmore James, Robert Johnson, Howlin Wolf e Little Walter, e nel contempo lavorano sodo per migliorare il loro stile.
Latvian-Blues-Band-amenobluesIl loro primo tour è in Canada, grazie al più noto bluesman canadese, Johnny V., che li sceglie per la promozione del suo ultimo lavoro. Da quel momento sino ad oggi il viaggio della LBB non si è più fermato.
La band ha ricevuto riconoscimenti nazionali. Nella loro terra sono una vera e propria istituzione, tanto che nel 2002 sono stati proprio loro ad aprire il concerto di Joe Cocker a Riga. Ma hanno ottenuto anche tanti riconoscimenti internazionali, partecipando a numerosi festival in tutta Europa e in paesi come Croazia, Grecia, Polonia, Lituana, Spagna e altre ancora.
Nel 2005, la LBB si è recata a Chicago dove ha suonato al “Chicago blues festival” e in tanti altri chicago “Blues clubs” della capitale dell’Illinois (USA). Nello stesso anno ha anche ricevuto il riconoscimento dalle “Trophy Francia Blues”, che li ha nominati nella categoria “Best European Blues Band 2005”.
Nel 2009 pubblicano il loro primo album in studio “Unreal”, prodotto interamente da Duke Robillard. Il 31 ottobre dello stesso anno la band vince, in Germania, nella categoria “Blues”, la selezione per partecipare nel 2010 alla finale internazionale del “Blues Challenge 2010”, a Memphis (Tennessee). Nel maggio del 2010 la band ha registrato e prodotto 14 canzoni originali per il loro secondo album in studio, con guest artist Raphael Wressnig su Hammond b3. Nell’agosto del 2011, la LBB si è esibita come head-liner al “Sierre Blues Festival” in Francia, e condiviso il palco con la leggendaria band degli “Status Quo”.
Finora la band si è esibita con più di duecento stelle del blues, tra cui Bob Margolin, Carey Bell, John Primer, Phil Guy, Louisiana Red, Duke Robillard e molti altri.

www.latvianbluesband.com